Il Partito Pirata Svedese conquista il Parlamento Europeo

 

Il Partito Pirata svedese, Piratpartiet, è un partito politico nato in Svezia all’inizio del 2006 su iniziativa di Rickard Falkvinge con l’intento di modificare, sia legalmente che concettualmente, le regole del copyright e del diritto d’autore, le leggi sui brevetti e per ottenere la massima libertà nell’uso del file sharing. Secondo il partito, infatti queste regole sono rivolte più verso lo sfruttamento economico a scapito dello sviluppo culturale della società. piratasvedese.jpg

In occasione di queste elezioni Europee il PP, come viene indicato in Svezia, passa a oltre il 7%, aggiudicandosi così un seggio al Parlamento Europeo, un risultato inaspettato rispetto allo 0,6% alle elezioni politiche del gennaio scorso.

pirati.png

A creare così tanta popolarità intorno al movimento ha contribuito probabilmente la condanna al carcere, decisa dai giudici a metà aprile, di tre fondatori del sito di scambio di file The Pirate Bay anche se le due realtà hanno in comune soltanto il nome. Secondo il suo leader, Rick Falkvinge, tale successo è dovuto allo scontento scaturito dalla nuova legislazione svedese che autorizza i titolari dei diritti d’autore a tracciare gli indirizzi IP dei presunti responsabili del download illegale.

La nascita del Partito Pirata svedese nel 2006 ha contribuito alla diffusione di questo movimento in tutto il mondo: ci sono Partiti Pirata ufficialmente registrati in Spagna, Austria e Germania, partiti non registrati ma attivi negli Stati Uniti d’America, Regno Unito, Australia, Francia, Polonia, Italia, Russia e Belgio. Ci sono discussioni sulla fondazione di partiti in Paesi Bassi, Brasile, Canada, Svizzera, Nuova Zelanda, Serbia, Romania e Irlanda.

In Italia, il Partito Pirata non è un vero partito ma in realtà un’associazione, e a queste elezioni europee ha candidato Alessandro Bottoni nelle schiere del partito Sinistra e Libertà.

images.jpg

Dalla penisola scandinava arriva così il segnale di un cambiamento che darà filo da torcere alle major internazionali della musica e del cinema, le quali si staranno già preparando a battaglie legali ancora più agguerrite.

 

M.M

REDAZIONE SPOT

 

 TORNA ALL’INDICE

 

 

 

 

Il Partito Pirata Svedese conquista il Parlamento Europeoultima modifica: 2009-06-08T18:12:00+02:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento