Nascita del Bauhaus #2

 

Il Bauhaus si ispira al movimento Arts and Crafts nato in Inghilterra nell’Ottocento come reazione allo scadimento qualitativo ed estetico degli oggetti di uso comune dovuto alla elevata industrializzazione. La Germania, con l’obiettivo di strappare il primato in campo produttivo all’Inghilterra, accoglie le idee dell’Arts and 0000-7117-4.jpgCrafts, tralasciandone l’aspetto nostalgico per l’artigianato preindustriale e aprendo la strada a una nuova vocazione imprenditoriale: migliorare qualitativamente il lavoro dell’industria. Nel 1907 a Monaco un gruppo di artigiani, industriali e artisti fonda la Confederazione Germanica di Arti e Mestieri alla quale aderirà nel 1912 il giovane architetto Walter Gropius. Quest’ultimo diventa ben presto il direttore della Scuola di artigianato artistico di Weimar alla quale si unirà la Scuola Granducale Gropius_soldat.jpgdi Arti Plastiche (Accademia di Belle Arti). L’unificazione di questi due istituti determinerà la nascita ufficiale del Istituto Bauhaus Statale nel 1919, sotto la direzione dello stesso Gropius. Il movimento che stava nascendo, doveva essere per Gropius una comunità di lavoro simile ai costruttori di cattedrali in cui tutti i saperi, artistici e tecnici avrebbero contribuito alla realizzazione dell’opera allo stesso livello. “Costruire” (bauen) – da apprendere – nella “casa dell’edilizia” (Bauhaus) come mezzo per trasformare la vita.

717~Bauhaus-Variation-Posters.jpg

 

Walter Gropius (Berlino, 1883 – Boston, 1969)

L’architetto, designer e urbanista tedesco, compie i suoi studi di architettura prima a Monaco poi a Berlino dove diviene allievo e assistente di Peter Behrens, questo incontro per la formazione di Gropuis sarà fondamentale. Behrens infatti era esponente di spicco di un gruppo d’avanguardia che prima della guerra aveva avviato ricerche e progetti sull’impiego dei moderni materiali da costruzione e sulle nuove tecnologie. Il gruppo, chiamato Deutscher Werkbund (Federazione Tedesca del Lavoro) era un laboratorio di idee dal quale nacquero architetti e intellettuali intenzionati a coniugare l’arte con l’artigianato e l’industria, per progettare tenendo conto delle esigenze dei committenti e dei costi di realizzazione. L’esperienza razionalista europea degli anni Venti era partita quindi da gruppi d’avanguardia di questo tipo.

grop.jpg

Nel 1919 Gropius fonda il Bauhaus a Weimar e ne assume la direzione fino al 1928. E’ tra i primi, attivissimi e più sensibili interpreti del Razionalismo tedesco; in occasione del trasferimento del Bauhaus da Weimar a Dessau ha la possibilità di progettare lui stesso la nuova sede: questa, come tutte le sue opere, è espressione di un’architettura in cui la forma esterna è sempre profondamente motivata dalla funzione interna. Con l’avvento del nazismo al potere è costretto a lasciare la Germania, poiché era convinto che il rinnovamento dell’architettura e dell’urbanistica dovesse passare anche per un radicale rinnovamento politico e sociale in senso democratico. Così si rifugia prima in Inghilterra, poi negli Stati Uniti dove diviene un punto di riferimento per l’urbanistica moderna (suoi sono l’edificio della Pan American a New York e l’università di Bagdad).

..continua..

M.M.

REDAZIONE SPOT

 

VAI ALL’INDICE


 

 

 

 

 

Nascita del Bauhaus #2ultima modifica: 2009-05-04T10:57:00+02:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento