EARTH HOUR: SI SPENGONO LE LUCI DEL MONDO

 


EARTH HOUR 2009, l’evento globale organizzato dal WWF per il clima, spegnerà le luci del pianeta sabato 28 marzo tra le 20.30 e le 21.30. Earth Hour ha contagiato 370 città e 50 milioni di persone nel 2008 con barcellona.jpgspegnimenti che hanno coinvolto il mondo. Per il 2009 l’ambizione è quella di coinvolgere un miliardo di persone e più di 1000 città. Si spegneranno la Tour Eiffel, le Cascate del Niagara e il più alto grattacielo del mondo il Taipei 101 in Cina. In Italia hanno già aderito 70 tra piccoli e grandi Comuni. Anche il Palazzo del Quirinale sarà tra i monumenti che si spegneranno simbolicamente per l’Ora della Terra lanciata dal WWF. L’appello è partito da Venezia, città simbolo del cambiamento climatico nel nostro Paese: i grandi mutamenti climatici minacciano Venezia e tante altre città che danno sul mare. Si uniranno Milano, Palermo, Genova, Trento ed il numero è destinato a crescere ogni giorno.

Earth Hour è un appello globale affinché i leader della terra che a dicembre 2009 si riuniranno a Copenhagen arrivino a un nuovo accordo per combattere il cambiamento climatico.




L’iniziativa di spegnimento, iniziata a Sydney nel 2007 come campagna di sensibilizzazione, in questi due anni  è cresciuta in maniera esponenziale. Tante le città che hanno aderito e tanti gli edifici più importanti del mondo che aderiranno: le torri più alte dei diversi continenti, la Burj Dubai, la CN Tower di Toronto, la Federation Tower di Mosca, la Sky Tower di Auckland, i monumenti come l’Opera House di Sidney e i luoghi simbolo come la Table Mountain africana, emblema di Città del Capo, il Palazzo del Quirinale a Roma e tantissimi altri.

Il mondo deve cambiare e avviare rapidamente un’economia diversa per salvaguardare l’ambiente e il clima. Aderiamo numerosi!


M.M.

REDAZIONE SPOT


EARTH HOUR: SI SPENGONO LE LUCI DEL MONDOultima modifica: 2009-03-27T12:10:00+01:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “EARTH HOUR: SI SPENGONO LE LUCI DEL MONDO

Lascia un commento