Pubblicità e Candid Camera

 

 

Tutti appena sentono parlare di candid camera sanno di cosa si tratta, non molti però conoscono il potenziale che potrebbe avere per pubblicizzare un prodotto.

 

Purtroppo queste vicende bizzarre e divertenti accadono sempre negli States, magari ne vedessimo qualcuna per le strade italiane…..

La Windex, azienda che produce prodotti per la pulizia dei vetri, ha riproposto per le strade di Chicago una candid vecchio stile che riesce ad avere ancora un grande seguito. L’operazione è stata realizzata dall’agenzia Draftcb che probabilmente ha capito come tale tecnica sia perfetta per il marketing non convenzionale.

 

Alcuni uomini travestiti da vetrai, con addosso una tuta che mostra in bella vista il marchio Windex, mimano tra la gente il trasporto di un vetro di ampie dimensioni…..insomma vi consiglio di dare un’occhiata al video:


 

 

 

 

 

 

 

Colgo l’occasione per rinfrescarvi la memoria ricordandovi che prima che Candid Camera diventasse il famoso programma televisivo Mediaset degli anni ’80, già molto tempo prima un programma del genere era apparso in Rai. Si tratta della geniale e cinica trasmissione Specchio Segreto andata in onda per la prima volta nel novembre del 1965, la quale si basava appunto sull’idea di riprendere con una telecamera nascosta delle persone in strada, alle quali far vivere, grazie alla complicità di attori professionisti, delle situazioni surreali. L’ideatore è Nanni Loy, il quale aveva preso ispirazione dalla trasmissione americana Candid Camera andata in onda per la prima volta nel 1960 sulla CBS.images.jpg La particolarità della trasmissione è principalmente il fatto che lo stesso regista è protagonista delle scene girate, ancora la televisione poteva vantarsi di personaggi con esperienze cinematografiche di alto livello. Inoltre è curioso vedere la reazione delle persone di quel periodo, inconsapevoli di essere protagoniste di una trasmissione televisiva e già rapite da un mondo, quello neo industrializzato, che iniziava a diffondersi proprio in quegli anni. Vi propongo di seguito un assaggio di una puntata di Specchio Segreto, dove Nanni Loy interpreta un fobico della scala mobile che cerca il sostegno dei passanti per superarne la paura. Si crea una situazione surreale nella quale la scala mobile viene addirittura spenta per dare la possibilità al timoroso protagonista di salire le scale. Negli anni ’60 esisteva ancora un senso civico….…buona visione!

 

 

 

M.M

REDAZIONE SPOT

 

 

 

Pubblicità e Candid Cameraultima modifica: 2009-03-19T12:19:00+01:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento