UGA, quando il CONTENT diventa advertising

E’ ormai noto a tutti il concetto di User Generated Content che serve ad indicare tutto quel materiale disponibile sul web prodotto dagli utenti della rete; dai video alle foto, passando per i social network, i blog personali ai podcast.social-network.jpg

Questo fenomeno può essere considerato una conseguenza della democratizzazione della produzione di contenuti resa possibile dalla diffusione di soluzioni tecnologiche semplici ed a basso costo, associata al potere della rete nel permettere di pubblicare contenuti  e di diffonderli con estrema velocità sul web ottenendo tal volta tantissima visibilità associata al famoso effetto “virale”.

Gli utenti in questo modo hanno possibilità di condividere i propri lavori e mostrare il loro talento creativo.

Naturalmente questo fenomeno ha attratto da subito l’interesse delle società di comunicazione: quale miglior modo di comunicare se non attraverso il coinvolgimento diretto ed esperenziale degli utenti con i marchi? Nasce quindi una nuova tecnica di comunicazione, l’UGA – user generated advertising – vale a dire stimolare la creatività degli utenti per farli diventare parte attiva del processo di comunicazione pubblicitaria.

L’utente in questo modo esce dal suo ruolo passivo di spettatore per diventare il protagonista della comunicazione, da target ad art director!

web2-big-745097.jpgGli strumenti dell’UGA sono principalmente i Contest per  la produzione di video, foto, ovvero di contenuti  pubblicitari in linea con il brand. In genere i materiali realizzati sono votati dal pubblico o da Giurie qualificate che eleggono  i vincitori del premio.

Sono sempre di più le società di produzione che scelgono l’UGA come tecnica di comunicazione; tra queste ricordiamo la prima società di produzione televisiva legata al mondo UGC YKS.tv, vera pioniera del settore, e Zooppa.com  specializzata in contest UGA. Entrambe sono state in grado di imporsi in questo settore fornendo uno sguardo e un approccio innovativo alle strategie di comunicazione aziendale dei propri clienti.

Gli esempi di contest UGA sono numerosi; tra i tanti può essere segnalato Having Fun at Office di  Cisco.

 

 

UGA, quando il CONTENT diventa advertisingultima modifica: 2008-12-18T15:05:30+01:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “UGA, quando il CONTENT diventa advertising

Lascia un commento