E’ partita Romaeuropa Webfactory!

Siamo alle ricerca di idee, da una generazione avanti per una generazione avanti.  
Cosa vuol dire essere avanti? Pensare quello che gli altri non pensano ancora?
Capire quello che gli altri non capiscono ancora?
Cercare un nuovo punto di vista?
Parlare un nuovo linguaggio?
Se hai una bella idea e non sai come farne uno spot scrivi, l’importante è riempire il foglio bianco.
Sarò qui tutti i giorni.

E’ partita Romaeuropa Webfactory!ultima modifica: 2008-10-16T16:07:00+02:00da eguidespot
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “E’ partita Romaeuropa Webfactory!

  1. Ecco l’idea che non posso realizzare:

    -Il concetto

    Attualmente tendiamo a concepire il futuro come progresso tecnologico, un futuro nel quale avremo nuove tecnologie in grado di farci vivere meglio o con più divertimenti. Ma il futuro potrebbe anche essere altro: magari il progresso potrebbe prendere una strada del tutto nuova, quella della SEMPLIFICAZIONE. E per semplificazione non si intende produrre tecnologie più semplici da utilizzare, ma proprio semplificare la nostra vita in ogni suo aspetto.
    Non sarebbe bello poter lavorare nella città in cui si vive? E’ più semplice e riduce l’inquinamento.
    Ma questo è solo uno degli esempi pratici che potrebbero essere fatti in proposito.
    La vera potenza di questo concetto è che non si ferma al singolo caso: si può e deve essere applicato in ogni campo, rendendo la nostra vita più semplice e quindi più serena, meno frenetica, MIGLIORE.

    -Il video

    _setting: luogo immerso nel verde (quasi idilliaco) con un piccolo corso d’acqua che scorre dolcemnte. Gli uccellini cinguettano allegramente. Per rendere meglio l’idea si può utilizzare un effetto “vignetta” bianco.

    _personaggi: due bambini

    _azione: arriva uno dei due bambini con una barchetta tutta nuova, con un motore elettrico e la mostra all’amico. Su questa barca il bimbo ha agiunto decorazioni di ogni genere e incollato piccoli oggettini di ornamento. Il secondo bambino invece sta costruendo una barchetta di carta. Quando i due lasciano scivolare le due barchette sul corso d’acqua quella del primo bambino, troppo appesantita, affonda, mentre quella di carta, più essenziale, viene trasportata dolcemente dall’acqua verso l’orizzonte.

    In questo caso l’orizzonte rappresenta il futuro, mentre la barchetta di carta l’umanità spogliata di tutto ciò che non è necessario.

Lascia un commento